Chiesa-ad-Agrigento-Duomo1Si ritorna a parlare di centro storico e di cattedrale di Agrigento. Voglio ricordare a quanti oggi si strappano le vesti per la collina del Duomo di Agrigento che gli unici interventi di un certo rilievo che nel recente passato sono stati finanziati su Agrigento risalgono al 2005 quando da Assessore alla protezione Civile, dopo la visita di Bertolaso, ho fatto arrivare quasi 17 milioni di euro con l’OPCM 3450 del 15 luglio 2005 ed altri strumenti di finanziamento.
Esattamente :
– 8 milioni sono stati destinati ad interventi sulla Cattedrale, sul Seminario, sul serbatoio dell’Itria, sulla rete idrica e fognante di via Duomo e sull’edificio della Curia vescovile;
– 3 milioni di euro sono stati destinati alla Chiesa di Sant’Alfonso;
– 1 milione di euro destinato ad interventi di messa in sicurezza del centro storico;
– 1,5 milione di euro destinato alle vie di fuga;
– 1 milione al monitoraggio della collina. Per non parlare poi degli interventi sulla Chiesa dell’Immacolata, Il Circolo Empedocleo e la Chiesa di Bonamorone per altri 2,5 milioni di euro di investimenti disposti quando ero al Governo regionale.
Ho lasciato all’epoca altre somme da spendere mentre qualcuno, male informato, ancora oggi protesta, a mio avviso ingiustamente, per l’immobilismo della politica regionale e degli Uffici della Protezione civile.
Va detto infatti che la Protezione Civile anche oggi ha già pronto un progetto per la messa in sicurezza del Duomo ma lo stesso intervento non è gradito dall’Ufficio tecnico preposto, mentre il progetto delle Vie di Fuga, anche se finanziato, all’epoca fu boicottato sia dalla Soprintendenza che dal Comune.
La via di fuga, se realizzata, avrebbe agevolato anche la viabilità della collina del Duomo, non solo in caso di emergenza ma anche in tempo di quiete, qualcuno che non ha capito l’importanza dell’intervento oggi torna a parlare solo di piani di evacuazione destando solo allarmismo nella popolazione.
E’ perfettamente inutile pertanto oggi manifestare contro se stessi.
Venerdì 3 novembre, i miei amici ed io, manifesteremo, ma manifesteremo contro questo immobilismo e contro queste interferenze di alcuni Uffici che hanno bloccato l’azione della politica regionale, perché, come sopra riportato, ho sempre dimostrato amore per questa terra, non con parole ed inutili proclami ma con fatti concreti, fatti che sono visibili e documentati; tutto il resto è solo passerella e strumentalizzazione che spero non sia legata all’attuale momento elettorale.

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento








22894291_1662645060453676_2156834058412281641_n 22852027_1662645117120337_6387802312659688474_n 22853345_1662645107120338_4609319484234485570_n22788644_1662645063787009_5292083831450464625_n

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento








22730623_1661559703895545_4661444442759021524_n 22780662_1661559877228861_5297117484314444553_n 22788700_1661559737228875_6853739063358978664_n 22852873_1661559803895535_7973724889778540634_n

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento








22814042_1660312364020279_8821971964308946299_n 22788938_1660312437353605_7285437171452037515_n22780176_1660312367353612_4285098079585239734_n  22814281_1660312440686938_1168832343313476747_n

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento





Ancora Sciacca

25 ottobre 2017



Sciacca sempre presente! Un altro incontro, un altro attestato di stima. Una calorosa accoglienza da una numerosissima platea di Amici.

22729219_1659696734081842_3515172457726970360_n22728690_1659696737415175_7408148871527751745_n 22780471_1659696817415167_2559442372997590998_n

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento








La richiesta di autonomia speciale e statutaria formulata dalle Regioni del nord appare illogica e fuori dal tempo. Chi ha conservato finora, come la Sicilia, l’autonomia speciale lo deve solo al fatto che lo statuto regionale risale a prima della fondazione della Comunità Europea. Oggi, con l’Unione a 28 è l’Italia tutta ad essere una Regione. Ed è dunque anacronistico parlare di Regioni speciali; semmai nel quadro continentale va considerata l’insularità di alcune regioni come la Sicilia e la Sardegna che vanno sostenute per le emergenze che vivono. La Lega con il beneplacito di Forza Italia, succube del Nord, vuole spaccare l’Italia emarginando il Sud. Per questo Berlusconi fece fallire Grande Sud.

italiaspezz2

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento





« Articoli Vecchi   Articoli Nuovi »