I WANT YOU : Campagna iscrizione a Forza del Sud

Forza del SUD vuole te per il proprio esercito. Qualunque PC è una stazione di reclutamento. Nel box a destra trovi lo Zio Sam che ti condurrà , cliccandoci sopra, nel modulo per l’iscrizione online al nostro esercito.

No! non è un esercito convenzionale, le sue armi saranno  la partecipazione  ed il voto.

No! non è un esercito da fare accampare  nelle valli del Sud Italia in attesa di muovere alla conquista di altrui territori.

Come disse Euno lo Schiavo Ribelle siciliano “ogni uomo nato libero , libero deve morire” , lo disse molti secoli prima di Abramo Lincoln, ed oggi gli uomini del Sud sono schiavi del modello di sviluppo del Nord.

No! l’esercito di Forza del Sud è un esercito di cittadini  traditi dai governati  succeduti dall’Unità d’Italia ad oggi ed indignati dalla inflitta minorità di 150 anni di storia coloniale.

Un esercito che è una forza : la Forza del Sud.

FDS intende caratterizzarsi quale “Partito territoriale traversale”, un Partito della “trasformazione”, che supera gli schemi tradizionali di impostazione ideologica e si qualifica altresì come “partito nazionale”.

FDS preso  atto del fallimento di gran parte della classe politica meridionale,  si impegna a porre le premesse per creare una “classe dirigente nuova” dando voce ai giovani, nella consapevolezza che la classe dirigente del futuro si “seleziona” con la formazione politica senza spazio ad invenzioni e a improvvisazioni.
FDS si impegna a riportare all’attenzione del  Parlamento Nazionale l’esigenza imprescindibile di una separazione delle carriere, all’interno dell’ordine giudiziario, tra il potere requirente ed il potere giudicante.
FDS si batterà perchè venga introdotto in Italia un nuovo sistema fiscale, ispirato a quello vigente in USA.
FDS vuole costruire la “nuova frontiera”del meridionalismo italiano, non più piagnone e lamentoso ma solo creativo, rivoluzionario, dirompente di tutti gli schemi del meridionalismo di maniera, per affermare una prospettiva diversa attraverso una “liberazione”delle risorse di cui già dispone e che il federalismo fiscale dovrà favorire a consolidare.
FDS propugnerà la tesi che le linee programmatiche per il “Nuovo Sviluppo del Sud” vengano definite in via preliminare attraverso la convocazione di uno speciale Assemblea rappresentativa degli Stati Generali del Sud, nella consapevolezza che i problemi del Sud, li può e li deve risolvere il Sud. Vi è la consapevolezza che tutte le politiche per il mezzogiorno degli ultimi 50 anni sono fallite e che la ricetta per lo sviluppo non dipende dall’entità dei fondi spesi.
FDS vuole farsi promotore di un rinnovamento culturale delle coscienze e si impegna perchè i suoi aderenti siano protagonisti di una nuova stagione politica quella dell’”etica della responsabilità”, nella convinzione che il “Nuovo Paese” può nascere solo dalla volontà, dall’impegno e dalla testimonianza di tutti, cioè non solo dei politici e degli amministratori ma innanzitutto dei cittadini.

FDS vuole garantire ai cittadini una vita civile normale,  all’Ente Locale “Comune” il ruolo fondamentale di primi interlocutori nei loro confronti. Dovranno essere i Comuni i terminali cui i cittadini dovranno rivolgersi per richiedere gli interventi dello Stato, della Regione e di altri Enti pubblici. Sarà attuata una politica che riconosca agli Enti Locali il ruolo fondamentale di prima “cellula” della presenza dell’ordinamento statuale sul territorio.
FDS intende esprimere concetti ed idee semplici, chiare e normali.
E’, pertanto, una “Forza rivoluzionaria” rispetto alla “morta gora”della cultura politica odierna che si manifesta tra fumisterie e impenetrabilità di concetti e la non disponibilità dell’apparato pubblico ad ascoltare il cittadino.
FDS si impegna prima di tutto a parlare al cuore delle persone mediante un linguaggio semplice e vero, sarà un partito vicino non alla gente, ma alle persone. Le persone devono avere la possibilità di identificare nel partito territoriale perchè l’uomo è visceralmente legato al proprio territorio; è il proprio territorio che ama e sul quale e naturalmente portato ad investire le proprie risorse ed energie. Il Partito Territoriale è in quest’ottica un partito vicino alle persone.

NOI VOGLIAMO TE PER LA COSTRUZIONE DELL’ESERCITO DI FORZA DEL SUD

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Tags: , , ,

Categoria: Politica

Comments (14)

 

  1. giuseppegi scrive:

    candidato alla municipalita napoli est, risultato modesto, chiedo federazione a napoli dove potersi iscrivere, conforntarsi nel partito con idee, iniziative, dibattiti, seguire direttive dai coordinatori cittadini provinciali regionali e nazionali. aspetto indicazioni grazie

  2. Adriana scrive:

    Non mi interessa il manifesto,la grafica non fa il partito.Le volontà e la purezza di esso,è soltanto un disegno,sono i valori di chi porta in campo una palla che segna in maniera giusta. Si valuteranno i fatti più avanti,quando FDS proclamerà le sue volontà già fatte,quelle che faranno avvicinare la gente, sono i cittadini ad avere un buon esempio da parte di un partito, il territorio deve essere seguito e con lui i cittadini…..il web aiuta molto a capire cosa si propone alle nuove cause politiche……….Caro Andrea mio figlio non sa disegnare, ma pensa che i risultati di una buona opera si distingue da chi la sa cantare su un palco. e se qualcuno chiede il bis,quella è stata cantata bene….vuol dire che esiste il nuovo…………

  3. StaffCiminoBlog scrive:

    Raccogliendo l’invito del dotto Enzo ( praticamente un anonimo anche nella mail) sostituiamo l’immagine del manifesto originale taroccato con l’immagine del solo Zio Sam certi che la storia del manifesto è a tutti nota e non necessita di una specifica parodia.
    Si riporta comunque da Wikipedia, per chi non la conoscesse e non certo per Enzo, la storia del manifesto.
    Durante la Prima guerra mondiale venne creato un celebre manifesto, che si ispirava a sua volta ad un manifesto di reclutamento dell’esercito inglese del 1914 disegnato da Alfred Leete (in cui compariva il generale Horatio Herbert Kitchener), nel quale lo Zio Sam punta il dito verso la gente recitando la frase I WANT YOU FOR U.S. ARMY (Voglio te per l’esercito degli Stati Uniti). L’artista James Montgomery Flagg, che dipinse il manifesto nel 1917, utilizzò una versione opportunamente modificata del suo volto per ritrarre lo Zio Sam, e si servì del veterano Walter Botts come modello.
    In seguito sia il manifesto inglese che quello americano furono ripetutamente imitati o parodiati in altre nazioni.

    Si ringrazia “Enzo” , sicuramente un esperto di grafica pubblicitaria o comunque un esperto del settore, per la segnalazione dell’eventuale effetto negativo del messaggio insito nella superficialità ed approssimazione. Eravamo più concentrati sui contenuti e sulla corposità e robustezza del messaggio, ma si sa a volte e per taluni l’immagine conta più del contenuto.
    PS: per quanto riguarda la scelta di Zio Sam eventuali lamentele o suggerimenti vanno inoltrati all’indirizzo del Presidente del Partito.

  4. Enzo scrive:

    Ottima l’idea della promozione del partito e del documento programmatico via web, bisogna utilizzare al massimo le risorse della rete, blog e socialnetwork, curando al meglio le campagne di comunicazione (sinceramente lo zio sam, non è che mi faccia impazzire), tenendo conto che un pessimo lavoro grafico, denota superficialità e mancanza di competenze all’interno della propria struttura, il che vuoi o non vuoi, si riflette in parte sul giudizio che ci si può fare su chi propone i propri contenuti (vedi la scritta SUD tra for e army) Gli utenti in rete oggi sono letteralmente sommersi dai contenuti, quindi quello che rimane e colpisce, sono i contenuti ben presentati, chiari, innovativi e concretamente realizzabili. Ma bisogna tener conto, che non tutti hanno la possibilità di essere informati dalla rete e quindi un partito che ambisce a diventare il primo in Sicilia, deve necessariamente affidarsi alle strutture territoriali, in questo l’essere innovativi deve coesistere con l’essere posivamente retrò. Ritengo che da ogni comune, deve partire in maniera massiccia un intensa attività promozionale, attraverso la capillare diffusione del documento programmatico, manifesti, assemblee e perchè no, nei piccoli centri, anche attraverso la distribuzione porta a porta di volantini. Il nuovo progetto politico, deve differenziarsi dagli altri, nella forma e naturalmente nella sostanza, oggi più che mai gli elettori, hanno l’esigenza di avere a livello locale, riferimenti seri e competenti nei quali riconoscersi e con i quali avere costantemente l’opportunità confrontarsi.

    La partecipazione, quella vera, non parte da web!

    Buon Lavoro

  5. Adriana scrive:

    Ho molto seguito tutto il gruppo FDS mi compiaccio e ve ne faccio vanto,del lavoro fattosi fino ad oggi.Il Sud adesso auspica ad avere un riscontro non sufficente, ma ottimo,inizialmente per il valore del cittadino, dare quello che gli spetta di diritto, fino ad oggi non ha alcun diritto, ma soltanto doveri,niente aiuti,ma ,tante difficoltà.
    Le vostre idee sono giuste per noi cittadini,nuove prospettive, nuovi volti giovani,lealtà, è amicizia, questi valori se li porterete in verità saranno il vostro grande cavallo di battaglia.

  6. Franco scrive:

    @Andre75
    Le idee non sono correlate al poster dello Zio Sam. Lo storico poster, usato per la chiama delle guerre mondialinegli USA è tornato di attualità nel web come sinonimo di mobilitazione. In diverse campagne nel web.Non sarà forse originale ma è un chiaro messaggio comprensibile a chi utilizza la rete ed in particolare al mondo gioovanile di centrodestra.

  7. Franco scrive:

    Da quanto si legge l’offerta programmatica risulta essere molto innovativa. Sorprende che tale proposta venga dalla Sicilia dei Cuffaro e dei Lombardi e questo in fondo dimosttra che sul Sud ci sono troppi luoghi comuni. . Sembrano proposste di stampo anglosassone . Sembirerebbe un partito socialista-liberale territoriaie. Si ispira forse ad un modella Catalano?

  8. andrea75 scrive:

    e questa sarebbe la grande novità politica?
    un partito che non ha idee proprie e scimmiotta uno storico poster americano?
    siamo messi veramente bene……… complimenti agli autori ed a chi da loro credito.
    mio figlio di 6 anni ha più inventiva e riesce a convincermi meglio.

  9. Tony scrive:

    Bella iniziativa. Lanciare la campagna iscrizione con il ricbiamo alle linee programmativhe è un elemento di chiarezza.

  10. Rossana Teresi scrive:

    Mi sembrano dei punti di partenza molto interessanti. Ottimo il riferimento alla “trasfomazione”. E’ proprio di questo che necessita la nostra nazione.

    In bocca al lupo!

  11. Cleopatra scrive:

    Investimento sui giovani.. nel senso che si mettono sotto con la macchina? ;)
    Scherzi a parte è bello sapere che c’è una realtà politica che pensa dal “basso”.
    Vi tengo d’occhio.

  12. Giovane Liberale scrive:

    Sono entrato per caso nel blog e ho letto il manifesto. Mi sembra molto interessante. Ritengo, tuttavia, che occorra qualcosina in più. Faccio qualche esempio.
    Si parla di investimento sui giovani. Mi sembra ottimo, però non c’è scritto come possa contemperarlo con un sistema elettorale che lascia la libertà alle segreterie di scegliere i candidati.
    Altra cosa gli enti locali. Ritengo che i comuni siciliani siano troppi: quanto ci costa un comune di 6oo abitanti? Riduciamoli.
    Aboliamo le province.Tutte. Non servono a nulla se non a spendere soldi.
    Finanziare progetti per realizzazione di tanti centri di ricerca utilizzando come modello Erice.
    Le infrastrutture. Potenziamole o meglio creiamole. Che senso ha un ponte sul nulla?
    Contrastiamo il precariato fondato sul nulla. E’ corretto che un laureato debba andare fuori e altri senza titoli lavorino negli enti pubblici senza neanche un concorso?
    Potrei continuare, ma mi fermo qui.
    Ciò che mi permetto di suggerire è che se si vuole migliorare la nostra terra, si deve essere concreti, coraggiosi e anche impopolari .

  13. Francesca scrive:

    Un contenuto programmatico dalle ottime aspirazioni politiche! Bisogna cambiare gli orizzonti della vecchia feudale mano di dominio……..I have no dream mi piace questo programma……Buon Lavoro On. Cimino

  14. Tonnosalmonato scrive:

    Finalmente qualche contenuto politico sulla linea programmatica del nuovo partito. Adesso è chiaro a chi vuole aderire perchè aderire!

Commento




ATTENZIONE !! Lunghezza massima 1000 Caratteri