Le Buone Letture: Province e buffoni

Di: Orso di Pietra (alias Arturo Diconale)

Da: L’Opinione

La faccenda dell’abolizione delle province è chiara. Chi l’ha chiesta l’ha fatto perché sapeva che tanto sarebbe stata respinta. Chi l’ha respinta votando contro sapeva che chi l’aveva proposta contava sul voto contrario della maggioranza del Parlamento. E chi si è astenuto sapeva degli uni e degli altri ed ha giocato cercando di scaricare dalle proprie spalle la responsabilità che pure gli sarebbe spettata.
Ma non è finita. Perché chi dalla grande stampa tuonava contro la politica che non rispetta la promesse e non cancella le province sapeva in anticipo che il Parlamento avrebbe bocciato. Non solo perché interessato a conservare le proprie clientele ma anche perché un taglio del genere o va inserito in un progetto completo di riforma dello stato o è solo una presa per i fondelli.

Insomma, tutti sapevano ed hanno recitato. Ad un pubblico che, a sua volta, tutto sa e non si da pace all’idea di dipendere da gente seriamente convinta che ci siano persone che possano credere alle loro buffonaggini!

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Tags: , ,

Categoria: Le Buone Letture

Commento




ATTENZIONE !! Lunghezza massima 1000 Caratteri