Scalia lascia la leadership di Fli e Fds si fa tentare da Lombardo


di EMANUELE LAURIA
“La Repubblica (ed. Palermo)” del 07-07-2011
ESTRATTO
…..Non a caso, Lombardo cerca da tempo una sponda in Forza del Sud, alla quale ha lanciato un chiaro messaggio in conclusione del suo discorso alla convention dell´Mpa alla Plaia: «Fds rompa definitivamente con il Pdl e venga con noi». Un appello che non trova insensibili i colonnelli di Gianfranco Micciché. Se il sottosegretario, infatti, resiste alla tentazione di riabbracciare l´ex alleato («Ho sbagliato una volta e solo i fessi ripetono gli errori»), i suoi uomini più vicini lo invitano a riannodare il filo del dialogo. Con un pressing incalzante. L´argomento – ovvero i rapporti con Lombardo – è stato al centro di un incontro a casa Micciché fra il leader di Forza del Sud, il capogruppo all´Ars Titti Bufardeci e il deputato Michele Cimino. Incontro “acceso”, per usare le parole dello stesso Micciché. «Noi dobbiamo fissare dei chiari punti programmatici per lo sviluppo della Sicilia – dice Cimino – e poi dialogare indifferentemente con Berlusconi e Lombardo. Al di là dei contrasti personali, non possiamo non tenere conto che il capo dell´Mpa ha un ruolo istituzionale». L´ex assessore all´Economia vede Forza del Sud come «un movimento che possa fare da battitore libero sia nel centrosinistra che nel centrodestra». E «non esclude» che, in nome «del supremo interesse dell´Isola», Fds possa stare «in maggioranza a Roma e nel governo a Palermo». Posizione che si scosta da quella sinora espressa da Micciché, che ha messo al centro della sua linea politica la permanenza nella coalizione che sostiene Berlusconi per condizionare le scelte dell´esecutivo nazionale. «La nostra base non vuole che Fds sia una costola del Pdl», dice ancora Cimino. E prosegue: «Gianfranco queste cose le sa, con lui ci confrontiamo spesso. Ha una sensibilità tale da definire la linea migliore per il bene del nostro movimento». Ma Micciché non fa sconti: «Siamo un soggetto politico nazionale, sarebbe un errore farci guidare da logiche siciliane. E di Lombardo, sinceramente, mi fido poco». La direttrice rimane quella di una militanza “critica” nel centrodestra. Con toni magari più accesi: «Se il governo dovesse riproporre i tagli al fotovoltaico, non esiteremmo a togliergli la fiducia», dice il sottosegretario. E Bufardeci, ieri sera, ha bocciata con parole dure la manovra di Tremonti che «colpisce ancora una volta il Sud», invitando «tutta la classe politica siciliana eletta alla Camera e al Senato a fare sentire la propria voce». Un richiamo non molto distante, per inciso, dall´appello alla “ribellione” lanciato ieri da Lombardo. Molto, nei rapporti fra Forza del Sud e il Pdl, potrebbe cambiare se a Micciché fosse preclusa la via della presidenza della Regione. Il sottosegretario ha già fatto sapere che ad eventuali primarie lui non è interessato, in quanto non più esponente del Popolo della libertà. Ma è pronto, in caso di mancato rispetto della promessa di candidatura alla Regione che (dice) gli ha fatto Berlusconi, a scagliare il suo movimento contro il Pdl alle Politiche. «Una volta mi sono già ritirato dalla corsa, due sarebbero troppe», sibila Micciché. Il quale, per favorire un accordo complessivo, è anche pronto a dare il via libera alla eventuale candidatura a sindaco di Palermo del rettore Roberto Lagalla (vicino ad Alfano). «Lagalla è certamente un nome del quale non dovrei vergognarmi», la battuta del sottosegretario. Le trattative si infittiscono, in vista di un triplice appuntamento elettorale (Politiche, Regionali, Comunali) che in Sicilia potrebbe anche coincidere nel 2012. ………

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Tags: , , , , , ,

Categoria: Attualità, Politica

Comments (1)

 

  1. Luca scrive:

    Bisogna fare capire a Miccichè che non è obbligatorio che michele e bufardeci debbano restare in forza del sud …
    Il partito sarà un idea sua ma mica comanda lui…
    Non siamo più nel PDL quindi mi innervosisce sapere che
    Loro pensano che siamo una costola del partito di Alfano,altrimenti ci rientriamo e
    Torniamo a dimostrare!!!

Commento




ATTENZIONE !! Lunghezza massima 1000 Caratteri