pdr_siciliafutura

Palermo – Sulle vertenze aperte nella Formazione professionale chiediamo al presidente Crocetta e all’assessore Marziano trasparenza e legalità affinché vengano salvaguardati i lavoratori iscritti all’Albo degli operatori previsto dalla legge regionale 24/76. Urge l’immediata pubblicazione della graduatoria dei progetti afferenti l’avviso 8/2016, per garantire il diritto allo studio, negato ai cittadini siciliani ormai da oltre un anno, e per ricollocare in servizio gli operatori del settore che non godono più di alcun ammortizzatore sociale o sostegno al reddito. Chiediamo a gran voce di integrare con 51 milioni di euro l’originario finanziamento del suddetto avviso, così come approvato nell’esercizio provvisorio del 28 dicembre scorso, affinché si permetta a tutti gli enti, che hanno opposto il ricorso e che a buon diritto risultano ammissibili, di potere ottenere la commessa e offrire i corsi formativi ai cittadini. Rammentiamo all’assessore Marziano che l’avviso 8/16 è a tutti gli effetti una procedura concorsuale, che prevede una graduatoria di progetti ammissibili e ammessi fino ad esaurimento delle risorse. Pertanto i 51 milioni di euro devono ritenersi aggiuntivi alla predetta procedura. Tali somme, benché integrative, non potranno essere utilizzati per bandire altre procedure concorsuali (vedi corsi a catalogo o altro) fino a quando la suddetta graduatoria dell’avviso 8/16 non sarà completamente evasa rispetto a tutti i progetti dichiarati ammissibili al finanziamento. Ignorare tale principio potrebbe indurre gli enti lesi nel proprio diritto a produrre un ricorso giudiziario che bloccherebbe l’avviso provocando conseguenze disastrose per i siciliani, per gli operatori della formazione e le loro famiglie e per tutti quei politici tra cui noi di Sicilia Futura e PSI, che cerchiamo di fare “una buona politica” ma ci ritroviamo bersaglio delle proteste che ingiustamente ci arrivano addosso a causa del cattivo lavoro svolto dal Governo. Chiediamo inoltre all’assessore Marziano che cauteli tutti i lavoratori iscritti all’Albo L.r. 24/76 attraverso delle procedure di reclutamento del personale che gli enti vincitori dovranno attuare in modo unitario, trasparente e legittimo, onde evitare che ogni ente pubblichi il proprio bando difformemente dagli altri e con punteggi di valutazione attribuiti in fase di selezione diversi per le medesime voci. Il criterio delle selezioni del personale deve essere uguale per tutti gli enti, principio tra l’altro sancito da decreti legislativi. Sugli ex-Sportelli Multifunzionali abbiamo rasentato il ridicolo. Dopo avere promulgato in parlamento ben due leggi, che prevedono la messa in servizio degli operatori delle Politiche attive del lavoro presso i Centri per l’Impiego, nelle more della riforma del settore, siamo ancora fermi al palo nonostante il presidente Crocetta abbia riferito più volte in sede parlamentare dell’esistenza di 35 milioni di euro utilizzabili nell’immediato per il potenziamento dei CPI. Chiediamo al presidente della regione e all’assessore Miccichè di porre in essere tutti gli atti necessari per far ripartire le Politiche attive del lavoro utilizzando la platea degli operatori ben individuati nell’elenco unico ad esaurimento pubblicato in data 10 gennaio 2017. Tutto ciò deve avvenire in conformità con l’ottimo lavoro svolto durante questi ultimi quattro anni dal nostro presidente della commissione Lavoro dell’Ars, Marcello Greco, che in modo continuativo e determinante ha proceduto a trattare le problematiche dei due comparti, Formazione ed ex-Sportelli, con audizioni, risoluzioni e disegni di legge. I nostri gruppi parlamentari non possono e non voglio più addossarsi la responsabilità di fallimenti in cui il governo potrebbe condurci”. Lo si legge in una nota dei gruppo parlamentari di Psi e Sicilia Futura all’Ars.

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento








piersantimattarella“Piersanti Mattarella rimane per sempre l’esempio di un’interpretazione audace e valorosa della professione politica. Nel giorno della commemorazione del suo omicidio avvenuto per mano mafiosa, voglio ricordare la straordinaria dedizione di Mattarella per un’attività che sentiva come una missione e che lo portò a combattere, attraverso reali riforme, la piovra mafiosa”. Lo afferma Michele Cimino, deputato regionale e portavoce di Sicilia Futura, nel trentasettesimo anniversario dell’assassinio del presidente della Regione Siciliana, Piersanti Mattarella

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento








Domenica prossima alle ore 19,30, presso la Chiesa Don Bosco – Ranchibile di Palermo, il Coro dell’Associazione Filarmonica Santa Cecilia di Agrigento, animerà la funzione religiosa in memoria del Presidente della Regione Siciliana Piersanti Mattarella. Il Coro, alla fine della Santa Messa,  sarà lieto di offrire agli intervenuti un Concerto con brani di Adam, D’Aquin, Liberto, Mozart, Pachelbel, Rota, Saint-Seans e Rutter

donbosco

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento








15873231_1340730375949319_5657585853565816013_nOggi, con la mia famiglia,  sono stato al Giardino della Kolymbethra a vedere la Novena, atmosfera bellissima in un posto da favola, ogni volta che ci vado resto sempre incantato dalla bellezza del luogo. Le iniziative del  FAI nel Giardino della Kolymbethra sono uno spettacolo nello spettacolo.

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento








14976297_1277210928966672_1563102867_o“E’ indispensabile approvare finanziaria e bilancio regionale entro fine anno. Ci sono tante categorie di lavoratori, soprattutto quelli precari, che attendono risposte immediate. Va scongiurato pertanto il ricorso all’esercizio provvisorio. Confido nella correttezza del governo regionale sui tempi di approdo all’Ars dei documenti economici che ha già approvato. E sono convinto che anche l’opposizione farà la sua parte responsabilmente per varare la manovra economica prima della fine dell’anno”. Lo afferma Michele Cimino, portavoce di Sicilia Futura e deputato regionale.

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento








14976297_1277210928966672_1563102867_o“La collaborazione politica tra Sicilia Futura e il Psi resa ufficiale con la costituzione di un intergruppo parlamentare all’Assemblea regionale siciliana è senz’altro un fatto politico importante. Due forze autenticamente riformiste mettono insieme le delegazioni parlamentari per affrontare questa ultima parte della legislatura proponendo misure per lo sviluppo, la crescita e la semplificazione amministrativa. Attorno a questa piattaforma politica si potrà presto costruire un’alleanza politica per le prossime scadenze elettorali”. Lo afferma Michele Cimino, deputato regionale e portavoce di Sicilia Futura.

Condividi con:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • Segnalo

Nessun Commento





« Articoli Vecchi